Sformatini di tonno, pomodorini e rucola

Ciao a tutti amici, scusate se il post di oggi non sarà un gran chè ma sono sempre di corsa e non mi fermo mai.

Ogni tanto volo con la fantasia verso un clima caldo o tiepido che scalda la pelle ed illumina il viso, a qualche spiaggia bianca, tanti lettini ed ombrelloni e il rumore delle onde che fa da sottofondo, poi mi risveglio e mi accorgo che sono in città, qualcuno sta suonando il clacson e sto percorrando la strada verso il lavoro immersa in una gelatissima nebbia invernale…che tristezza!

Vabbè a parte i sogni la ricetta di oggi prevede un piccolo esperimento fatto velocissimamente mentre cercavo di preparare un piccolo pranzetto last minute. E’ molto semplice ma saporito e con un gusto davvero squisito. Ideale anche per i piccolini di casa che data la forma curiosa sono tentati ad assaggiarlo.

Io ho utilizzato delle piccole cocotte  ma si potrebbero utilizzare anche gli stampi per i muffin!

sufflè 1

Ingredienti:

2 scatolette di tonno all’olio di oliva Mareblu

3 pomodorini ciliegini

5 uova

2 cucchiai colmi di Pecorino Romano stagionato grattuggiato

1 mazzetto di rucola tritata

2 dl di panna fresca

olio evo

sale

1 pizzico di pepe nero

pan grattato

burro per ungere le cocottine

Riscaldo il forno a 180°. In una ciotola abbastanza capiente inizio a sbattere le uova con un pizzico di sale e un pizzico di pepe nero. Aggiungo la panna fresca, un filo di olio evo, la rucola tritata  e il pecorino. Sbatto energicamente e lascio riposare per una decina di minuti per permettere a tutti i sapori di unirsi tra loro.

Imburro le cocottine e le cospargo leggermente di pan grattato. Taglio a metà i pomodorini e ne dispongo 3 metà alla base delle coccottine.

Riprendo il mio composto unendo in ultimo anche il tonno, mescolo nuovamente e vado a versarlo nelle cocottine. Decoro con altre 3 metà di pomodorini ed inforno.

Lascio cuocere circa 20/25 minuti fino a superficie dorata.

Servo tiepide.

sufflè 2

Cotoletta golosa

Buon anno a tutti voi e finalmente il primo post del 2014.

Speriamo possa essere un anno tranquillo pieno di amore e piccole e grandi soddisfazioni, l’importante nella vita è non mollare mai davanti a qualsiasi situazione..almeno ci si prova!!!

Oggi la ricetta che vi propondo è molto rustica e genuina, è un qualcosa che può essere interpretato e ricucinato con tutti gli ingredienti che vi piacciono di piu e che vi fanno leccare le dita 🙂 Io personalmente l’ho farcita con qualcosa che possa andare bene anche per i piccolini di casa e che possa essere nello stesso tempo molto gustoso ed invitante.

A casa ho due divoratori di pomodorini come la sottoscritta e quindi da noi non mancano mai…e ora la ricetta!!

foto 1

Ingredienti:

1 cotoletta ( naturalmente userete tante cotoletta quante ve ne serviranno da portare in tavola)

1 manciata di pomodorini ciliegia

2 Fettine Classiche Inalpi

Pecorino stagionato q.b.

olio evo

sale

Inizio subito mettendo a cuocere in una padellina antiaderente la cotoletta ( per i piu golosi si può tranquillamente friggere, io sto recuperando dalle festività ), girandola di tanto in tanto da un lato all’altro affinchè non sia cotta perfettamente.  A parte lavo i pomodorini e li asciugo delicatamente per evitare acqua in eccesso. Li taglio a metà e li metto in un piatto piano andandoli a condire con un filo di olio evo e un pizzico di sale, mescolo accuratamente per evitare di romperli.

Non appena la cotoletta sarà pronta la metto su un piatto lasciandola leggermente intiepidire e andando, sempre nella stessa padella antiaderente, a sciogliere dolcemente e non del tutto le fettine Inalpi. Quando si saranno ammorbidite le andrò ad adagiare in mezzo alla cotoletta che nel frattempo ho tagliato a metà formando due ”fette”.

Adagio sopra anche i pomodorini uno accanto all’altro e qualche scaglia di pecorino.

Ricopro con l’altra fetta di cotoletta e servo magari spolverizzando con qualche tocchetto di pecorino e con altri pomodorini.

 

foto 3

 foto 2

Lasagne delicate e l’anno nuovo alle porte

Ciao amici, finalmente il Natale è passato con tutti i suoi regali, parenti e manicaretti e ha lasciato il posto all’attesa di questo nuovo anno che è alle porte.

Personalmente sono stati giorni passati assieme a mio marito e pargoli circondati dalla nostra famiglia, quelle persone speciali che ci rendono la vita molto bella e piacevole e che sanno sempre aiutare senza mai sbagliare, non sò come fanno ma ci riescono. Abbiamo mangiato, mangiato e nelle ore libere tra i pranzi e le cene ancora mangiato…Piu mangio più mi viene fame… 🙁

La ricetta che vi posto oggi è un piacevolissimo ed elegante primo piatto che avevo preparato per la sera della vigilia, ottimo anche per la cena di domani sera o da proporre ai vostri ospiti, in questi giorni di festa. Come idea alternativa sarebbe carina anche presentarla in versione monoporzione magari aiutandosi con lo stampo per i muffin..vedete voi e liberate la fanstasia!

Io per motivi di tempo ho usato le sfoglie già pronte della Barilla ma ci vuole veramente poco anche a prepararla in casa con qualche spinacio lesso.

La ricetta ve la accompagno con i migliori auguri di Buon Anno Nuovo e con la speranza possa essere per tutti noi un anno pieno di emozioni belle e realizzazioni…che tutti i vostri sogni si possano avverare..!!! Un abbraccio

foto 1 lasagne

Ingredienti:

20 sfoglie di pasta verde Barilla o in alternativa della pasta all’uovo impastata assieme a qualche spinacio lesso per colorarla di verde

Ingredienti per il ripieno:

3 zucchine verdi

500 gr di gamberetti freschi e sgusciati

1 mozzarella fior di latte

3 porri

200 ml di brodo vegetale Fattoria Italia

olio evo

sale

pepe

Ingredienti per la Besciamella:

500 ml di latte

50 gr di farina

50 gr di burro

sale q.b.

noce moscata q.b.

Ingredienti per decorare:

rametti di timo

Tagliare i porri a listarelle e le zucchine a tocchetti e mettere il tutto all’interno di una padella capiente con qualche filo di olio evo ed iniziare a dorare a fiamma bassa. Dopo qualche minuto aggiungere anche i gamberetti freschi e regolare di sale e pepe. Continuare la cottura coprendo con un coperchio ed aggiungendo brodo vegetale a dovere.

A parte scottare leggermente in abbondante acqua salata portata a bollore con l’aggiunta di un filo di olio, le sfoglie già pronte, così che possano risultare piu morbide al momento di portarle in tavola. Dopo averle ammorbidite in acqua lasciarle raffreddare su una spianatoia e per evitare si possano attaccare tra loro, aiutarsi con la carta forno sistemandola tra una sfoglia e l’altra. Nel frattempo preparare la besciamella portando a bollore il latte ed aggiungendo piano piano la farina setacciata (questa operazione si esegue spostando dalla fiamma il pentolino)  continuando sempre a mescolare con una frusta per evitare la formazione di grumi. Aggiungere il burro e regolare di sale e noce moscata sempre mescolando fino ad ottenere una crema morbida e liscia.

A questo punto il ripieno sarò pronto e si può procedere a stratificare le lasagne. Imburrare leggermente una teglia da forno, sistemare alla base un pò di besciamella e le prime sfoglie, ricoprire nuovamente con besciamella, il ripieno e delle fettine sottili di fiordilatte, nuovamente le sfoglie, la besciamella, il ripieno e il fior di latte, via così fino a terminare le sfoglie.

Infornare a 200° per circa 40 minuti. Naturalmente in base a come preferite voi il grado di croccantezza.

Servire accompagnando con qualche rametti di timo.

foto 2 lasagne

foto 3 lasagna

foto 4 lasagna

E con questa lasagnetta VI AUGURO BUON 2014 E UN ABBRACCIO GRANDISSIMO RINGRAZIADOVI DI ESSERE PASSATI DA QUI’….AMORE E PACE…CON TUTTO IL CUORE…DEBBI cuore

Girandole di culatello e scamorza

Ciao a tutti amici miei che mi seguite, sono felicissima di potervi scrivere perchè in questi giorni non sono affatto stata una brava blogger..ma non so se riuscirete a credermi se vi dico che non mi sono fermata neanche un secondo..il prossimo anno cercherò di essere molto piu devota e costante nel periodo natalizio nel pubblicarvi tutte le varie ricettine che potrebbero esservi di aiuto nel preparare dei piatti squisiti per le feste…quest’anno davvero non ce l’ho fatta, i bambini, il lavoro e il natale in arrivo mi hanno assorbito tantissimo..però essendo oggi l’antivigilia non potevo non fermarmi un attimo e scrivervi due righe.

La ricettina che vi lascio oggi potrebbe essere una carinissima idea regalo per i nostri cari da presentare magari assieme ad un buon vino o liquore. E’ un’idea saporita e genuina e che porta via davvero poco tempo per prepararla. Ci metterete sicuramente di piu nel preparare i vari sacchettini da donare e qualche decorazione con bigliettino annesso e vostra dedica…io ho fatto proprio così per questo natale.

Prima di lasciarvi alla ricetta vorrei ringraziare tutti coloro che mi seguono e che mi sostengono, augurarvi un bellissimo e felicissimo natale assieme alle persone che vi amano e che vi aiutano con il loro calore e affetto, che possiate godervi ogni singolo momento assieme alle vostre famiglie nel clima piu dolce che si possa creare per attendere un nuovo anno denso di belle emozioni…grazie di cuore un abbraccio…Debbi

foto 1

Ingredienti per la pasta brisè:

200 gr di farina

100 gr di burro

70 ml di acqua ghiacciata

sale un pizzico

Ingredienti per il ripieno:

fettine sottili di culatello q.b.

fettine di scamorza bianca q.b.

Per la copertura:

semi di papavero

Per preparare la pasta brisè, mettete nel frullatore la farina, il burro a pezzi freddo di frigo ed un pizzico di sale. Frullare il tutto fino ad ottenere un composto dalla consistenza sabbiosa e farinosa.

A questo punto, disponete il composto ottenuto nella classica forma a fontana ed impastate il tutto velocemente aggiungendo poco alla volta l’acqua fredda fino ad ottenere un impasto compatto e sodo. Non appena sarà pronto avvolgetelo in un foglio di pellicola trasparente e lasciatelo riposare in frigo per almeno 40 minuti. Passati i 40 minuti sarà pronto per essere steso e farcito.

Io, dopo averla steso l’ho diviso in tante striscioline di circa 4 cm di larghezza e le ho farcite posizionando una fettina di scamorza e una fettina di culatello. Ho poi rotolato la strisciolina di pasta brisè su se stessa e l’ho cosparsa di semi di papavero.

Infornare il tutto a 200° per 10 minuti.

foto 2

Ribbet collagefoto 4

Buon Natale con tutto il cuore…Debbi cuore

Pollo profumato ai funghi

Ciao amici, la stanchezza a volte prende il sopravvento e la giornata termina sempre avendo lasciato indietro qualcosa. Ma tra l’aria natalizia che aleggia ovunque e la fretta di pianificare, organizzare, trovare, incartare, comprare tutto naturalmente in tempo per natale è tutto così estenuante. Quest’anno però a casa nostra siamo talmente presi dal menu serale della vigilia di natale tutto a base di pesce che ci stiamo focalizzando soprattutto su quello..da quando sono nati i miei bambini adoriamo io e mio marito passarlo esclusivamente con loro, noi quattro, tra le mura di casa nostra, con qualche canzoncina di sottofondo che sia diversa da quella di Peppa Pig, con le luci natalizie che brillano sul terrazzo e i nostri angeli che scartano i regali con gli occhi che brillano…il menù sarà a base di pesce e per i bimbi cucinerò un menù speciale, sempre a base di pesce, ma adatto a loro…sinceramente non vedo l’ora..è come una coccola tra noi quattro che costruisce per loro e per il loro futuro una tradizione. Almeno questa è la speranza semplice di una mamma che corre tutto l’anno e che a volte, anzi molte volte, si domanda se in tutta questa fretta sta insegnando correttamente le cose giuste ed i valori ai propri figli…penso di si, il sorriso e la voglia di vivere vorrei fossero per i miei figli la base, vorrei concludere ogni anno con la speranza di aver insegnato loro che la dignità e la voglia di affrontare la vita come desiderano devono essere valori, anche quando saranno grandi mi piacerebbe che si addormentassero nella loro casa con la loro famiglia pensando che anche se la giornata è stata dura però l’hanno affrontata con i denti stretti e come desideravano loro senza forzature..vorrei costruire per loro delle ali forti con le quali volare dove li porterà il cuore…

Ma parliamo della ricetta del giorno e torniamo con i piedi per terra e con meno sentimentalismo…la ricetta di oggi è un pollo saltato in padella con i funghi, le foto non sono bellissime ma il pollo sì quindi meritava un post, anche se di fretta ma lo meritava!!

pollo 1

Ingredienti:

4 fette di petto di pollo fresco

1 scatola di funghi trifolati

200 ml di brodo vegetale di Fattoria Italia

sale q.b.

erba cipollina q.b.

prezzemolo q.b.

olio evo q.b.

Taglio il petto di pollo a tocchetti irregolari e lo passo leggermente nella farina. Lo posizione in una padella antiaderente con circa 2 dita di brodo vegetale e lo lascio cuocere a fiamma media per circa 10 minuti. Non appena il brodo si è ritirato quasi tutto aggiungo due fili di olio evo e lo faccio dorare saltandolo di tanto in tanto per circa 5 minuti. A questo punto aggiungo i funghi e l’erba cipollina, abbasso la fiamma e continuo a dorarlo per altri 5 minuti. Regolo di sale.

Quando il pollo inizierà a profumare di funghi, spengo la fiamma e metto una manciata di prezzemolo. Lascio insaporire il tutto coprendo con un coperchio e servo dopo qualche minuto.

Il pollo profumerà tantissimo e sarà morbido e saporito.

pollo 2

pollo 3

pollo 4

Ravioli di salamina con crema di cannellini

Ciao amici, il freddo si fa proprio sentire, anche se ci sta regalando delle giornate fantastiche di sole e a me viene una gran malinconia dell’estate..ma fa niente anche l’autunno porta qualcosa di buono. Il post di oggi è un pò particolare e la ricetta anche, in quanto mi è stata richiesta dal famosissimo THE LIFE STYLE JOURNAL per un iniziativa molto particolare e carina che hanno in mente per l’anno che sta arrivando…quindi drizzate le antenne e seguite questa meravigliosa rivista perchè è davvero interessante e con contenuti di alta qualità.

Al momento ho deciso di pubblicarla, dopo loro autorizzazione, perchè ho pensato potesse essere un primo piatto un pò particolare che potrebbe interessare alcuni di voi per queste feste. I Ravioli hanno un ripieno di salamina da sugo, prodotto tipico ferrarese, che richiede un lunga cottura e un’attenta pulizia ”post-cottura” per eliminare le parti più dure e consistenti che rovinerebbero l’impasto per il ripieno.

A parte questa accortezza devo dire che si avvicina molto al nostro mitico cotechino e al nostro superlativo zampone. Come consistenza e lavorazione vagamente hanno qualcosa in comune. Quindi armatevi di pazienza ed impegno perchè richiede un pò di lavoro…io l’ho messa in cantiere nel fine settimana e devo dire che ne è valsa la pena…provare per credere!

IMG_3585

Ingredienti per la pasta sfoglia:

6 uova

600 gr farina

sale q.b.

Ingredienti per il ripieno:

800 gr di salamina da sugo cotta

2 patate

1 uovo

Parmigiano Reggiano q.b.

Ingredienti per il condimento:

1 scatola di fagiolini cannelini precotti

pepe nero una spolverata

burro q.b.

timo fresco qualche rametto

Iniziare il giorno prima mettendo in ammollo in una ciotola piena di acqua la salamina da sugo e dopo qualche ora spostarla in una capiente pentola piena di acqua legata ad un mestolo di legno che permetta alla salamina di rimanere appesa senza toccare nè le pareti nè il fondo della pentola. Portare a bollore e lasciare cuocere per circa 4 ore. Al termine della cottura lasciare intiepidire, appunto,  nell’acqua di cottura, scolare ed iniziare a tagliare asportando tutta la parte esterna che è la più consistente e mettere tutta la polpa all’interno di una ciotola di vetro andando poi a sminuzzarla il piu possibile con le mani. Aggiungo un uovo, due patate bollite e ridotte in purea, qualche manciata di Parmigiano Reggiano grattuggiato e ricopro con pellicola trasparente riponendo in frigo per una notte.

Il giorno dopo preparo la sfoglia con l’impastatrice amalgamando la farina, le uova e una manciata di sale. Tiro la sfoglia creando delle strisce belle larghe sulle quali andrò a mettere dei piccoli mucchietti di ripieno che ho precedentemente mescolato per bene. Ricopro i mucchietti con il lembo di pasta della striscia che ho appena farcito e avendo cura di eliminare l’aria all’interno creo dei piccoli quadrotti che andrò a ritagliare con la rotellina zigrinata.

Li posiziono su un tagliere ricoperto di farina e lascio asciugare.

Nel frattempo metto a bollire una pentola di acqua nella quale lascio cuocere i ravioli per circa 10 minuti. A parte, in una padellina piccola, scaldo i fagioli cannellini scolati e aggiungo una manciata di pepe nero. Quando saranno caldi spengo la fiamma e li mixo del tutto fino a renderli purea. Quando i ravioli saranno pronti li condisco con qualche noce di burro e li impiatto sulla purea di cannellini appena fatta.

Decoro con qualche rametto di timo fresco.

 

IMG_3578 con logo

IMG_3575 copia con logo

IMG_3583

IMG_3599 ok

 

1504

 

Plum Cake salato profumato al pesto

Buongiornoooo, finalmente una bellissima giornata di sole ma dal freddo pungente. Ma non importa l’importante è quel raggio di sole che penetra dalla finestra e scalda leggermente il cielo e anche un pò tutti noi. Sono una metereopatica di natura, se c’è la nebbia mi sento triste e se c’è il sole andrei a saltare in un parco..cioè non sono molto normale! Sono sempre stata così abbastanza legate alle stagioni ed ai loro mutamenti, oggi poi sono assolutamente a pezzi, stanchissima per via dei ritmi che questo virus ha portato a casa mia, mi sembra di essere una trottola che si carica alla mattina e che non deve mollare fino a sera per poter soccorrere tutto e tutti e non poter mai abbassare la guardia perchè se ti perdi qualcosa sei perduta e se chiudi un attimo gli occhi sei fregata!

Quando si hanno dei bambini piccoli è così, i ritmi sono pari a quelli di un militare e l’energia e la grinta che devi avere sono quelle che ti richiede (credo) l’esercito!! Vabbè scherzetto a parte parliamo della ricettina di oggi che ho letterlamente inventato ieri pomeriggio mentre i bimbi dormivano e che ho poi assaggiato ieri sera, niente male anzi da rifare sicuramente. Probabilmente la prossima volta metterà molto piu Parmigiano..

Quindi:

Plum cake salato

Ingredienti:

150 gr di farina

3 uova

200 ml di panna liquida

70 gr di Emmenthal a dadini

100 gr di Parmigiano

3 fette di prosciutto cotto

2 cucchiai di pesto alla genovese già pronto

1 bustina di polvere di lievito (di quello istantaneo)

3 cucchiai di olio evo

sale

pepe nero

pomodorini ciliegino per decorare

 

In una ciotola unisco la farina assieme alla polvere di lievito setacciati, il Parmigiano grattuggiato e l’olio evo. In un’altra ciotola sbatto le uova assieme alla panna liquida, ad un pizzico di sale e pepe nero e termino aggiungengo l’emmenthal a dadini. Unisco delicamente quest’ultimo composto al primo e mescolo con l’aiuto di un cucchiaio. Aggiungo in ultimo il prosciutto cotto tagliato a listarelle ed il pesto alla genovese continuo ad amalgamare avendo cura che la farina non abbia formato grumi. Aggiungo un ulteriore pizzico di sale.

Imburro ed infarino uno stampo da forno per plum cake ed adagio all’interno il tutto livellando la superficie con il dorso di un cucchiaio. Adagio qualche pomodorino per decoro al di sopra.

Informo a 180° per 40 minuti.

Una volta terminata la cottura lascio raffreddare e porto in tavola quando è leggermente tiepido.

Ideale anche da tagliare a fette per accompagnare un aperitivo.

foto 5 plum

foto 2 plum cake

foto 6 plum

collage plum

Stelline alla panna e un pò di natale..

Buongiorno amici, purtroppo a casa mia ho paura ci sia ancora qualche residuo di virus che dilaga per le stanze, non ne siamo ancora usciti del tutto..mannaggia a questa orribile stagione.

Nel frattempo il Natale si sta avvicinando e non riesco ancora a capire se ne sono felice o spaventata, da una parte adoro addobbare casa per i miei bambini, l’anno scorso mio marito si è vestito da Babbo Natale e i pupi erano rimasti a bocca aperta, barba, panciotta, cappello, regali…è stata davvero una bella vigilia quella dell’anno scorso..la città si inizia a travestire di rosso e per le stradine si sentono quelle belle canzoncine un pò romantiche che ti fanno venire anche un pò da piangere..

Ma una prte di me vede il Natale come una festa un pò nostalgica, per vari motivi, solitamente il giorno di Natale mentre sono lì che mi preparo a mangiare un bel piatto di tortellini penso a tutte le persone che magari non lo possono fare, che vivono per strada, ai bambini ammalati negli ospedali, alle persone sole…mi si ferma un pò il cuore e mi rattristo subito…dovrebbe essere bello per tutti i bambini del mondo questa festa ma non è così purtroppo…e quindi non lo riesco mai a vivere al 100%

Bisogna iniziare anche a pensare ai regali ed è uno stress pazzesco, quest’anno credo farò un regalo gastronomico, magari fatto in casa, devo ancora pensarci bene nel frattempo vi lascio una ricettina ultra veloce ma azzeccatissima, gustosa semplice e perfetta per i nostri bambini, un biscotto adatto ad iniziare bene la giornata con grinta ed energia ma assaporando la delicatezza dei biscotti fatti in casa..

foto 1 biscotti ok

Ingredienti:

250 g di farina

125 g di zucchero a velo

80 g di burro

1 cucchiaino di lievito per dolci

1 bustina di zucchero vanigliato

100 g di panna liquida

Ammorbidire il burro ed unirlo a tutti gli altri ingredienti nella ciotola dell’impastatrice. Chi non ha l’impastatrice formerà una fontana di farina al centro della quale andrà a sistemare tutti gli altri ingredienti e con una forchetta si aiuterà nell’amalgamarli. Per chi ha l’impastatrice faccio lavorare il tutto qualche minuto alla minima velocità affinchè il composto sia uniforme e compatto. Ci vuole solamente qualche minuto davvero!

Porto l’impasto su una spianatoia e lo stendo ad uno spessore di circa 1/2 cm. Ritaglio i biscotti con le formine della forma che preferisco e adagio su una teglia ricoperta da carta forno e cuocio a 180° per 10 minuti.

Sono davvero deliziosi e anche ideali per regalarli a natale confezionandoli in casa magari con qualche sacchetto trasparente e fiocchetto natalizio e una deliziosa etichetta che riporta il nome dei biscotti….tutto naturalmente fai da te!

foto 2 biscotti

Vellutata di ceci e gamberi

Buon lunedì a tutti amici, le settimane e le giornate mi volano e i mille impegni mi impediscono di fermarmi ogni tanto a rilassarmi o godermi qualche ora tutta per me o per lo meno in silenzio..il week end ha portato pioggia e cielo nuvoloso quindi non lasciava molte possibilità per progettare qualcosa di carino fuori porta, quindi ci siamo coccolati al calduccio di casa salvo uscire per fare le cose indispensabili come la spesa, colazione, aperitivo e poco altro, sì anche l’aperitivo con i pupetti a volte è indispensabile…la famiglia deve ancora rimettersi in piena forma dopo il passaggio del maledetto virus..

Ieri a pranzo però ci tenevo a preparare qualcosa di elegante e decisamente saporito..mi sono buttata su questa vellutata davvero facile e buonissima per me e il maritino mentre i pupetti di casa si sono fatti fuori le pipette con il ragù appena fatto richiedendo energicamente anche il bis e il tris…ottimo segno di ripresa post virus…

Ma ecco la ricettina del giorno, io personalmente sono solita usare i dadi vegetali che trovo comodissimi per dare un sapore in più alle mie pietanze ma quelli provati ieri devo dire che sono davvero eccezzionali, si sono sciolti immediatamente e il profumo che emanano è davvero delizioso:

foto 1 ok

Ingredienti:

2 scatole di ceci precotti

1 scatola di gamberi surgelati argentini

1 patata

1/2 cipolla bianca

500 ml di brodo vegetale (500 ml di acqua e 1 dado Fattoria Italia)

basilico

sale q.b.

pepe nero q.b.

peperoncino q.b.

olio evo

In una padella wok, che è perfetta per questo tipo di cotture, verso qualche filo di olio evo e la cipolla tagliata a spicchi e lascio leggermente dorare per qualche minuto al termine dei quali aggiungo i ceci precedente scolati e la patata tagliata a dadini piccolissimi. Nel frattempo porto a bollore 500 ml di acqua e lascio sciogliere all’interno il dado vegetale per poter versare il tutto all’interno della mia wok. Il brodo versato permetterà alla patata ed ai ceci di cuocere perfettamente senza soffriggere. Ci vorranno all’incirca 25 minuti a fuoco medio.

A parte in una padella antiaderente metto a sciogliere i gamberi surgelati con un filo di acqua, un pizzico di sale e un peperoncino piccante.Non appena questi ultimi saranno ammorbiditi li riporto nella mia padella wok assieme a tutto il resto e continuo la cottura per altri 10 minuti, ne terrò da parte circa 4/5 per decorare in ultimo i piatti.

A questo punto tutti gli ingredienti sono uniti in cottura, aggiusto di sale e pepe nero e basilico e lascio insaporire qualche minuto a fiamma spenta.

Con un mixer ad immersione vado a trasformare in vellutata tutti i miei ingredienti, questa operazione la faccio un pò grossolanamente per lasciare il tutto abbastanza denso e corposo quindi molto piu saporito.

Impiatto decorando con i gamberi tenuti da parte ed un ulteriore manciata di pepe nero.

foto 2ok

foto 3ok

foto4 ok

 

Foresta Nera per un inizio settimana da ricordare

Ciao a tutti amici, scusate se questa settimana sono stata lontana da tutti voi ma a casa mia abbiamo un ospite inatteso: il virus del mal di pancia..!!!! Pupi e marito giravano per casa in stile zombie cercando di fare la gara a chi stava peggio..veramente una settimana leggera, rilassante e per niente stressante, tutto è bene quel che finisce bene e l’importante è che ora si siano un pò ripresi tutti e che il virus stia pensando di fare le valigie. Tornando a voi, avevo pensato di pubblicare questo post ieri sera ma, essendo arrivata alle 22.30 senza essermi mai seduta dalla mattina, ho pensato bene di andare a letto e scriverlo adesso. Oggi è una giornata molto importante. Come sapete io ho un lavoro d’ufficio che svolgo a part time e lo faccio assieme ad altre 3 ragazze che praticamente sono diventate oltre che colleghe amiche e sorelle, c’è un rapporto molto bello tra di noi e non ci siamo mai risparmiate nel litigare ma neanche mai nel fare pace. Ormai ci conosciamo bene ed essenzialmente potremmo descriverci come quattro sgangherate pazzoidi che in un attimo di pausa mettono la musica in ufficio e ballano come se fossero in discoteca. Non sto a dirvi l’età di noi quattro perchè siamo giovani, non siamo nonne antiquate ma siamo in quell’età in cui si è mature, giudiziose con un pizzico di follia.  Per due di noi oggi sarà una giornata che in un modo o nell’altro segnerà l’inizio di qualcosa di nuovo e atteso. Clizia è entrata in ospedale per dare alla luce il suo Nicolò (stiamo tutti fremendo) e la Vale inizia un nuovo lavoro in un’altra azienda, per quest’ultima la scelta è stata del tutto obbligata per ovvi motivi che non sto qui a spiegarvi. Rimmarremo io e la Tania in attesa del rientro della Clizia dalla sua maternità. Quindi oggi sono qui a pensare che dopo tanto tempo passato insieme a condividere gioie e dolori da oggi qualcosa cambierà, siamo piu lontane e ci stiamo evolvendo cambiando la nostra vita.

Quindi oggi sono un pò in uno stato allegro-confuso-malinconico-emozionante perchè mi voglio far travolgere dalle loro nuove esperienze. Non posso fare altro che dedicare la ricetta di oggi che ho preso come spunto, facendo solo qualche piccola modifica, anche per quanto riguarda la foto dal meraviglioso blog di Sabrina Due Bionde In Cucina  a noi quattro, ai momenti passati insieme e a quelli che verrano, a noi che ci sappiamo ascoltare, a noi che sappiamo litigare, a noi che sappiamo perdonarci, a noi che stiamo maturando, a noi che stiamo maturando con idiozia, a noi che in fondo ci vogliamo sempre bene…

foto 1 torta

 

Ingredienti per l’impasto:

300 gr di farina

2 bustine di zucchero vanigliato o vanillina

2 cucchiaini di lievito per dolci

230 gr di burro

150 gr di zucchero

un pizzico di sale

250 ml di latte

85 gr di cacao

4 uova

Ingredienti per la crema:

200 gr di panna

250 gr di mascarpone

2 bustine di vanillina

80 gr di zucchero

250 gr di lamponi freschi

Ingredienti per la decorazione finale:

qualche lampone

glassa al cioccolato (io ho acquistato quelle già pronte solo da far sciogliere a bagno maria)

scaglie di cioccolato fondente

Nella mia impastatrice Kitchen Aid ho unito il burro fuso con lo zucchero, la vanillina e il sale. Amalgamo fino ad ottenere una crema ed aggiungo le uova e il latte, poi la farina mescolata precedentemente con il lievito e il cacao.
Porto il forno a 180°, fodero lo stampo con carta da forno e verso il tutto livellando per bene ed inforno per 50 minuti.
Lascio raffreddare la torta e la taglio in due parti avendo cura che siano circa dello stesso spessore.
Preparo la crema mescolando il mascarpone con lo zucchero e la vanillina.
Monto la panna e la accorpo alla crema di mascarpone.
Farcisco la torta aiutandomi con un sac à poche e sistemo sopra la crema una parte dei lamponi e ricopro con l’altra metà di torta.
Faccio riposare la torta in frigo per un paio di ore. Subito dopo ricopro con la glassa al cioccolato usando quella già pronta che deve essere solo scaldata. Posiziono al di sopra come decoro  i lamponi e spolvero con scaglie di cioccolato fondente.
torta collage 2
collage torta 1
Con questa ricetta partecipo al contest:

Altro giro…altro contest: la torta della domenica!

mybannermaker_banner-1